Seguici su Facebook Twitter Canale Youtube Skype Me?! Flickr GOOGLE FOURSQUARE LINKEDIN FRIENDFEED
TUTTI GLI EVENTI E LE NEWS
 Home Page » Eventi & News
 Eventi & News
« Torna all'archivio notizie
LAVINIUM - RECENSIONE
01 Dicembre 2010

Attenzione! Per chi non lo sapesse o non avesse letto le ultime vicende sulla legislazione vitivinicola italiana, è bene sottolineare questo passaggio: "Imbottigliato all'origine dal viticoltore" può non essere più una garanzia che il contenuto della bottiglia acquistata provenga effettivamente dalle uve di proprietà dell'azienda.


Infatti, l'unica garanzia concreta che "tutto sia fatto in casa propria", sarà leggere in etichetta "Interamente prodotto e imbottigliato da...". Questo però a partire dalla vendemmia 2010, fino ad allora vale ancora la vecchia dicitura nell'accezione che tutti abbiamo sempre conosciuto. Ora, ci sono produttori che, ben sapendo come funzionano le cose in Italia, per garantire una serietà e una tracciabilità assoluta, scelgono, a prescindere dalle normative e dalle loro possibili interpretazioni, di aggiungere alla dicitura precedentemente menzionata, anche il numero esatto di bottiglie che sono state prodotte e il numero di serie di ciascuna bottiglia. Questo è un ulteriore aiuto per capire fra l'altro se la quantità di imbottigliato coincide (più o meno) con la produzione di vino ad ettaro e con la quantità di ettari di proprietà impiegati per quella tipologia. Sono i dati che troverete nelle bottiglie prodotte da I Carpini, a tutela di chi quei vini desidera acquistare.
Ma veniamo al succo, anzi al nettare. Frutto di un uvaggio di favorita, cortese e timorasso provenienti dal vigneto Eleonora, vendemmiate tardivamente, fermentate e maturate in acciaio, è stato prodotto in 1.530 esemplari di cui quello in mio possesso è il numero 132. Presenta un colore giallo dorato luminoso, un bouquet intenso che evidenzia la maturazione dell'uva, interessanti note fruttate di susina scanarda (o prugna scagnarda, secondo le zone), mango, nuances di miele, ribes bianco, iodio e una sottile vena minerale.
Bocca fresca e dinamica, tessuto ricco di sapore, sapido, con qualche riverbero agrumato (mapo, cedro) e un finale di buona persistenza, vino assolutamente connotabile come digeribile, anche grazie ad un'alcolicità contenuta.
» Prodotto associato: Rugiada del Mattino
» Vai al sito: www.lavinium.com/cgi-bin/visuvinlav.cgi?IDvino=8957








info@cascinacarpini.it | tel. 0131 800117 | fax 0131 1859657 | Partita IVA 01871430060| ICRF AL 0598 | Numero REA: AL - 206681 | Cookie policy ©2017 Sostanza® S.r.l.