Seguici su Facebook Twitter Canale Youtube Skype Me?! Flickr GOOGLE FOURSQUARE LINKEDIN FRIENDFEED
TUTTI GLI EVENTI E LE NEWS
 Home Page » Eventi & News
 Eventi & News

  29  Novembre 2010
Tigullio Vino - Buon vino. Ottenuto da scelte uve timorasso della vendemmia 2008 effettuata in due diversi periodi: la prima parte a fine agosto, la seconda a fine settembre.


Alla vista è brillante, di colore paglierino. Perlage minuto, discretamente continuo e fitto. Al naso si presenta abbastanza intenso, persistente, fine, con netti sentori di mela golden, pera abate e fico bianco non ancora maturo, e lievi d’erbe e fieno di montagna. In bocca è secco, fresco, molto sapido, delicatamente caldo, pieno e continuo, con gradevole fondo amarognolo. Retrogusto: vena sapida, e note fruttata e vegetale.



  29  Novembre 2010
Tigullio Vino - Recensione


Vitigno: Barbera - Bottiglia: 75 cl - Alcol: 12,5% - Lotto: 02/08 - Bottiglie prodotte: 4.133 - Bottiglia n° 2.949



  29  Novembre 2010
Tigullio Vino - Recensione


Vitigni: Favorita (45%), Cortese (45%), Timorasso (10%) - Bottiglia: 75 cl - Alcol: 12,5% - Lotto: 01/09 - Bottiglie prodotte: 1.530 - Bottiglia n° 0114



  29  Novembre 2010
Tigullio Vino - Recensione


Vitigni: Barbera (85%), fFeisa di Chieri (10%), Cabernet sauvignon (5%) - Bottiglia: 75 cl - Alcol: 13% - Lotto: 04/08 - Bottiglie prodotte: 4.657 - Bottiglia n° 1.907



  29  Novembre 2010
Tigullio Vino - Recensione


Alla vista è limpido, di colore rubino carico tendente al granato. Al naso si presenta intenso, persistente e fine, con sentori speziati e fruttati di pepe nero macinato, confettura di piccoli frutti rossi (ciliegia, mirtillo, ribes nero e mora) e lievi di balsamico, vegetale e vaniglia. In bocca è secco, fresco, molto sapido, caldo, ancora astringente, pieno ma snello, persistente, con fondo amarognolo. Retrogusto: vena sapida e tannica, e note speziata, fruttata, vegetale-balsamica e goudron.



  10  Novembre 2010
Paladar - Al naso avverti un bel gioco tra note lievi di lieviti e fiori, che ti lascia, dopotutto, ben sperare.


Ammetto di aver atteso qualche tempo in più del previsto, ma è che sono ritardatario cronico Vabbè, non è proprio così, la verità è che la bevuta non mi ha esaltato più di tanto. E poi, l’aver letto la pletora delle cronache 2.0 in merito aveva solo aumentato i miei dubbi… Parlarne, però, direttamente con Paolo Carlo Ghislandi, il vulcanico produttore di Cascina i Carpini, ha permesso di schiarirmi le idee:con l’onestà e la passione che lo contraddistinguono ha candidamente ammesso che il primo a non esser contento del tutto è lui. Sia chiaro, si tratta d’un esperimento effettuato utilizzando un vitigno difficile ma già ben coniugato da Paolo in versione ferma:fresco e minerale, con l’alcol che seppur presente non sovrasta la beva, anzi ne sorregge le note morbide. Ma sono certo che chi lo ha prodotto abbia già raccolto la sfida



  01  Novembre 2010
Enofaber - Uno spumante ottenuto con metodo charmat da uve Timorasso


Timorasso Tasting Panel. Uno spumante ottenuto con metodo charmat da uve Timorasso. E vedendo le recensioni raccolte qua e là per il web mi trovo in un certo imbarazzo. Però voglio essere onesto, caro Paolo Carlo.



  31  Ottobre 2010
NanoPausa - Un vino che mi ha sorpresa, come sorprende un gioco proposto quando meno te lo aspetti


Volevo iniziare con un haiku su questo vino ma quando ho visto citati nella retroetichetta i versi di Leopardi, un po’ d’ansia da prestazione m’è venuta, come negarlo? Così inizio questo post senza haiku, e poi vediamo. Il Timorasso Chiaror sul Masso già dal nome una presunzione artistica ce l’avrebbe, la rima parla chiaro. Del resto Paolo Carlo Ghislandi è uno che al binomio arte e vino tiene parecchio, ne avevamo parlato proprio quando ci siamo conosciuti un paio d’anni fa al Vinix Unplugged, e io ero lì apposta per affrontare questo argomento.



  29  Ottobre 2010
Kitty's Kitchen - Happy hour Chiaror sul Masso


Vi racconto la storia di come un bel giorno Paolo Carlo Ghisaldi ebbe l’idea… Lui, da produttore di vino della Cascina i Carpini un bel giorno era lì a Pozzol Groppo tutto intento alla lavorazione del suo Brezza d’Estate ragionava sul fatto che le sole uve di Timorasso vinificate in purezza potevano dar vita a qualcosa di diverso, di più estroso, senza dubbio originale. Quindi cominciò a balenare nella sua testa un idea o un dubbio, come lo definì lui: il fatto che con le uve timorasso si potesse realizzare uno spumante. Da quel giorno seguendo la sua intenzione si dedicò al progetto, pensandoci la notte lavorandoci il giorno e coltivando la speranza che il risultato sarebbe stato apprezzato. Dopo due anni era pronto! Aveva “costruito” il suo: Chiaror sul Masso, un Vino Bianco Spumante Brut da uve Timorasso della vendemmia 2008. Decise così di scrivere sull’ etichetta: “Spandea il suo chiaror per ogni banda la sorella del sole e fea d’argento gli arbori ch’a quel loco eran ghirlanda” Giacomo Leopardi – Cantica 1816



  26  Ottobre 2010
Stefano il Nero - Inconsueta Eleganza


Raccolto molto volentieri il garbato ed intelligente appello fatto da Andrea Petrini dal suo Percorsi di Vino eccoci al Tasting Panel di una invenzione della natura molto ben intepretata dalla tortonese Cascina I Carpini : Timorasso Spumante Brut Chiaror Sul Masso.





Pag. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15     Pag. 10 di 15








info@cascinacarpini.it | tel. 0131 800117 | fax 0131 1859657 | Partita IVA 01871430060| ICRF AL 0598 | Numero REA: AL - 206681 | Cookie policy ©2018 Sostanza® S.r.l.